04Progetto multidisciplinare per una valorizzazione della percezione giovanile degli spazi urbani
a cura di Teatro Nucleo
docenti Natasha Czertok, Marinella Rescigno, Greta Marzano
con la collaborazione di Davide Della Chiara e Cooperativa Il Germoglio nell’ambito dei progetti teatrali della rete “La Società a Teatro” di Ferrara

Concept
Cosa pensano i giovani degli spazi che vivono o attraversano quotidianamente? Da questa domanda nasce nel 2011 “Altri Sguardi”, progetto di laboratorio rivolto a un gruppo di 30 ragazzi tra i 10 e i 20 anni e i loro educatori coinvolti in un percorso dove si incontrano l’osservazione del panorama urbano , le arti visive, l’indagine sociologica, lo studio del corpo e del movimento, il linguaggio audiovisivo e utilizzo della videocamera. Si vuole mettere al centro lo sguardo dei giovani che vivono la città, orientando la loro attenzione verso l’ambiente in cui vivono, stimolando uno sguardo creativo e partecipato: portarli a conoscere la storia dei luoghi che abitano, ripensare gli spazi, far parlare i luoghi, raccontare la realtà e i sogni, fare emergere punti di vista, situazioni, criticità, attraverso gli occhi di chi spesso è portato a subire la realtà che li circonda, senza nessuna possibilità di incidere su di essa.
soggetti coinvolti Cooperativa Teatro Nucleo / Centro di Aggregazione Giovanile L’urlo / Sala Teatrale Julio Cortàzar / Cooperativa Il Germoglio

EDIZIONE 2015-2016
ALTRI SGUARDI #4
Una giornata di sole

A cura di Natasha Czertok, Marinella Rescigno e Martina Pagliucoli
Teatro Nucleo in collaborazione con Istituto Comprensivo Cosmè Tura – Pontelagoscuro (Fe)
Si ringrazia la docente Roberta Scanavini

Cosa pensano i giovani degli spazi che vivono o attraversano quotidianamente? Da questa domanda nasce “Altri Sguardi”, progetto di laboratorio di teatro e video rivolto a giovani e giovanissimi abitanti di quartieri periferici.
Giunto alla quarta edizione, il progetto Altri Sguardi ci ha portati ad attraversare, insieme alla classe terza della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Cosmè Tura i quartieri di Pontelagoscuro e Barco e passare dal Parco Urbano per arrivare di corsa , in autobus , giocando e danzando fino al Castello Estense. A partire da alcune domande apparentemente molto semplici, abbiamo iniziato una riflessione sull’ambiente che ci circonda, che attraversiamo ogni giorno senza farci troppo caso o che , per i più svariati motivi, fatichiamo ad attraversare …avete mai preso l’autobus? Cammini spesso? Siete mai stati a Ferrara? Ci sono parchi dove abitate? Vai mai in bicicletta? Cosa vedi fuori dal finestrino ? che cos’è il castello? E come ci si arriva?

EDIZIONE 2014

Per la terza edizione , in seguito a una serie di sopralluoghi fotografici effettuati con il gruppo di ragazzi è emerso come filo conduttore “il fiume”.

Cosa c’entra Huckleberry Finn con il Darsena City? Qual’è il nesso tra il Mississipi e il Po? E’ quello che abbiamo cercato di scoprire in questa terza edizione di Altri Sguardi. Partendo dalla lettura di alcuni brani del romanzo di Mark Twain abbiamo elaborato alcuni giochi teatrali , che hanno portato alla scelta dei temi da trattare e dei luoghi in cui ambientare i tre cortometraggi, interamente sviluppati dai ragazzi , dall’ideazione al montaggio finale. Senza preoccuparci di trovare un riscontro logico e razionale con gli spunti letterari, abbiamo lasciato che sceneggiature e inquadrature si sviluppassero giorno dopo giorno, in relazione agli spazi in cui ci si trovava a lavorare.

Sono nati così i tre prodotti audiovisivi “Astrofisica per babbei”, “Pasacuor” e “I fiumi di Porporana” .

https://www.youtube.com/watch?v=6C6BSb4ZGRE

 

Durata totale 25 minuti