TEATRO FISICO, DRAMMATURGIA CONTEMPORANEA
con Natasha Czertok, Marco Luciano, Martina Pagliucoli – Teatro Nucleo
Tutti i giovedì dalle 19 alle 21
INCONTRO DI PROVA GIOVEDì 28 SETTEMBRE  ore 19 , Teatro Cortàzar a Pontelagoscuro (Fe)
Costi : 60 euro mensili + tessera associativa 5 euro. possibilità di pagare l’intero percorso in due rate con uno sconto del 10%
info: organizzazione@teatronucleo.org
adatto ad adulti e ragazzi dai 16 anni in su

Tale formazione si propone di fornire utili strumenti per la drammaturgia dell’attore, esplorando  il mondo del teatro non verbale, o non solo verbale. E’ anche un approccio al tempo stesso ludico e profondo alla conoscenza del corpo e delle proprie potenzialità espressive.

La drammaturgia praticata come una disciplina “plastica”.

Le parole non rappresentano l’inizio del lavoro, e non sono concepite come il fine, ma piuttosto come uno dei mezzi atti alla costruzione di una vera e propria “partitura fisica, sonora ed emotiva” che chiameremo drammaturgia.

L’osservazione del conflitto e la trasformazione della metafora in immagine e viceversa, il “gioco” e l’azione corale, il rito e la tradizione orale, la propria “poetica personale” e  la visione “politica” condivisa saranno alcuni degli strumenti utilizzati in questo percorso.

Vedremo come è possibile strutturare una narrazione a partire da un disegno o da un suono;

studieremo come una storia possa nascere da un singolo movimento fisico e possa svilupparsi attraverso percorsi espressivi che forse, ove necessario, genereranno parole.

La nostra pratica tende a scardinare l’idea del lavoro drammaturgico come lavoro individuale e intellettuale, puntando anzi a consolidare una concezione nuova e più dinamica della drammaturgia vista come espressione/proposta/azione collettiva, di “gruppo”.

Principali aree tematiche:

  • preparazione del corpo (riscaldamento a terra e nello spazio, qualità del movimento, presenza scenica, neutralità, )
  • sensorialità corporea (contatto con le sensazioni fisiche e le emozioni a livello sensoriale)
  • il corpo in scena
  • il gesto teatrale (rapporto parola-gesto, scomposizione ed economia dei movimenti, sottotesti, intenzioni)
  • composizione (improvvisazioni, creazioni individuali, in coppia, in gruppo, cenni di regia, relazione con gli spazi urbani o non convenzionali)
  • drammaturgia come espressione collettiva